50‹&Più
5 Maggio 2010
di Giuseppe De Carli
(.pdf) »»»

Vent'anni con Karol

Vent’anni con Karol
]oaquín Navarro-Valls dice: «In papa Wojtyla c’era una stupefacente ricchezza di concetti, di idee, di valori e aveva un modo altrettanto straordinario di indicarli ai suoi contemporanei» 

Joaquín Navarro-Valls: cosa mai farà il giornalista più famoso del mondo dopo l’esperienza unica e irripetibile d’aver accompagnato e comumcato per venti anni un papa come Giovanni Paolo II?

A volte il peso dei ricordi è tale che risulta difficile da sopportare. Essi si insinuano nelle fibre di una persona, non più sotto i riflettori di un palcoscenico internazionale, fino a svuotare di senso il futuro. Non è il caso del dottor Joaquín Navarro-Valls, direttore della Sala Stampa della Santa Sede dal1984 al 2006, medico e psichiatra e giornalista, numerario dell’Opus Dei, maestro riconosciuto di comunicazione.

Lasciato il timone dell’incarico più prescigioso di “portavoce” del Papa, ha riscoperto dimensioni nuove della vita: il tempo libero, la lettura, il ritorno alla medicina e all’antropologia, conferenze e dibattiti, consulenze cinematografiche e, nella penna e nel cuore, per ora, un libro per raccontare il “suo” Karol Wojtyla.

E, infine, la matassa aggrovigliata dei ricordi tenaci, portati con un pizzico di dolce melanconia e di leggerezza.

– Dopo la Sala Stampa della Santa Sede è ritornato alle fonti.
Si, è così. Sono tornato alla medicina e sono diventato presidente dell’Advisory Board dell’Università Campus Bio Medico di Roma….  (.pdf) »»»